venerdì 29 aprile 2011

William & Kate ;D

Donne

Pago anch’io il mio personale tributo all’evento del momento




Il reale sposalizio fra William Arthur Philip Louis Mountbatten-Windsor, del Galles, altrimenti noto come il principe William di William & Kate ;D e la belliiiiiissima Catherine Elizabeth Mountbatten-Windsor (nata Middleton), altrimenti conosciuta come la Kate di William & Kate ;D


Chiedo venia, ma il fatto ha raggiunto proporzioni che non possono passare inosservate :)


E dunque anch’io, attraverso le mie povere parole, porgo i miei più sentiti auguri alla reale coppia per un futuro prospero e d’amore, nonché un sostanzioso auspicio a che la loro unione non segua sorti coniugali del blasonato parentado di lui ;D





Su un paio di punti vorrei soffermare la mia devota attenzione



Primo

L’abito

Quel fantasmagorico abito (no-dico-ma-l’avete-vistooooooooo!!!!!)





Che già di suo la Kate è di un bello da far piangere :) , con l’abit”ino” Alexander Mc Queen poi era indiscutibilmente e favolosamente principesca

E.

E noi befane che l’uomo-o-mi-sposa-o-gira-al-largo l’abbiamo visto

L’abbiamo visto subito che l’abito è stato ispirato da un mito





Da lei. Grace Kelly ;)

E qui faccio i miei omaggi.
Perché ho apprezzato il “riferimento” all’eterna eleganza, ma anche, in qualche modo, il fatto che la bella Kate non abbia in alcun modo scimmiottato la divina Grace, ma ne abbia, più semplicemente, seguito le orme e lo stile

Chapeau




Secondo

In molte l’avranno già notato. (Ed io con loro ;D )

No, non la principesca pelata ;D (su cui, rispettosamente, preferisaco non indugiare ^^ )

Ecco. Noi befane abbiamo visto subito anche un'altra cosa

L’anello nuziale…che non entrava

Donne zitte!

Donne non fate commenti, state buone, brave, non dite niente! ;D


Comunque



Trucco da maestro o svista dell’orefice?!?! ;D






Fra l’altro ho pure tremato.
Ho pensato, “Diavolo no!! Non farmi questo!! Questo matrimonio s'ha da fare!!”
E poi fortunatamente la regale vera si è sistemata nel suo giusto nido e tutti-vissero-felici-e-contenti

…fiuuuuuuuu!!!! ;D




Nota a parte

Dopo Bennet non posso non adorare con tutte le mie forze lui, il regale canarino britannico, lei, la Regina Elisabetta, regina anche del colour blocking, e per l’occasione, anticipando addirittura Mimosa ;D , tutta di giallo bardata ^_^







Semplicemente, un m i t o  :)

Avere 80 anni suonati e fare parlare di sé per il proprio abito, scusate, ma non è mica roba da ridere

L’adoro ;D




Nota a parte #2


E ci sarebbe anche un'altra emmm....somiglianza che ha dell'incredibile ;D












Bon.

Tanto dovevo,

faccio l'inchino ;D


e distintamente saluto :)







(NB. Immagini indiscutibilmente dal web ;D
Se fossi stata a Londra stamattina…
be’, se fossi stata a Londra stamattina
…probabilmente sareste state le prime a saperlo ;D )

Prove su strada ;D


Tempo d'estate e dunque anche tempo di stickers-mania

Ho inaugurato la stagione-delle-applicazioni con accostamenti per me assolutamente inusuali ^^







Solitamente tendo a non voler mai “esagerare” con questo genere di decorazioni, ma questa volta, per qualche strana ragione, ho provato ad accantonare per qualche pomeriggio il mio solito smalto bianco traslucido e ad osare con qualche colore più vivace per fare da base a queste applicazioni


Non garantisco sul risultato eh (perciò non siate eccessivamente severe, pliiiiiis), un po' perché non ho ancora ben deciso se questi potpourri mi piacciano davvero oppure no, e un po' perché appunto si tratta dei primi (maldestri ^^ ) tentativi di sposare il diavolo col l'acqua santa ;D

Ho fissato entrambi con il top coat Insta-Dri di Sally Hansen




Il primo minestrone che ho provato è di sicuro il più sgargiante dei due

Ho fatto la base con uno smalto rosso (che io definirei più invernale, per la verità), il n. 239 Kiko, un bel rosso vermiglio, piuttosto pieno.






Le applicazioni sono di due tipi.

Le più piccole sono le solite della Essence e quelle con i brillantini (che in foto non si notano) sono di una marca di cui non ricordo il nome e che ho preso più o meno nel secolo scorso ^^ in un negozio di forniture per estetiste.

Le prime sono note ed arcinote e quindi non mi dilungo (e fra l'altro, tutto considerato, sono anche le mie preferite), mentre le seconde sono senza dubbio più elaborate, sono carinissime ma anche decisamente più costosette (mi ricordo che due fogliettini costavano una cosa come 6 o 7 €), e la cosa non mi garba particolarmente considerando la fugacità di tutto l'ambaradan ;D


Il secondo tentativo è un peeeeeelo più “discreto” ;D

Lo smalto è il mio adoratissimo St. Lucia Lilac di Essie, un bel lilla non troppo scuro.




Le applicazioni in questo caso sono solamente di un tipo ed anche queste sono state acquistate in un negozio di forniture per estetiste
Sono più longeve delle precedenti e decisamente più economiche, anche perché sono meno elaborate, non hanno i brillantini in rilievo, ecc.




Secondo me sono comunque carine, anche se ovviamente il risultato e parecchio diverso



Ho “riciclato” le decorazioni perché quando ho tolto lo smalto colorato sono restate ancora appiccicate – sarebbe bastato pochissimo a rimuoverle eh, niente panico donne, non mi hanno dato problemi di sorta :) - e così ho provato a fissarle con un nuovo strato di top coat.
Sono campate un'altra mezza giornata e questo è stato il risultato




E' stato divertente provare qualcosa (per me) di insolito e, come sempre in questi casi, si tratta di decorazioni che ho utilizzato esclusivamente per il tempo libero


Forse ripeterò anche l'esperimento, vedremo



Che ne pensate, vi sono piaciuti questi accostamenti?! :)

giovedì 28 aprile 2011

Chanel, nel senso di San Pietro Chanel ;D



Maccheavevatecapitoooo?!



(Immagine dal web,
...se fosse dal mio guardaroba ne sarei ben contenta,
ma no, è indiscutibilmente un'immagine pescata da Google ^_^ )



No, lei no, questa volta lei non c'entra proprio niente ^_^ )


E’ il Santo di oggi :)


Davvero! ;D



Me lo ha fatto notare un amico (grazie L….che tanto L. masculo è, e dunque lo ringrazio volentieri anche se non leggerà mai eheheh ;D )



Dunque, dicevamo, oggi si festeggia San Pietro Chanel



Signore, non per mescolare diavolo ed acqua santa, ma trattasi, come disse L., non di un santo profumato, ma piuttosto del primo patrono dell'Oceania :)

Un Santo con tutte le carte in regola ;D


Questa è la storia…

È il primo martire dell’Oceania. Fu infatti ucciso il 28 aprile 1841 sull’isola di Futuna, una delle Fiji. Francese, era nato a Cuet il 12 luglio 1803 in una famiglia di contadini, a 21 anni entrò in Seminario a Bourg, venendo ordinato sacerdote il 15 luglio 1827. Fu vicario ad Amberieu e a Gex e per quattro anni parroco a Crozet. Sin dal Seminario tuttavia sentì il richiamo della missione, alimentato dalla frequentazione di una comunità di padri Maristi. Fu così che[b] ebbe il compito di guidare il primo gruppo di missionari in Oceania[/b]. Il 12 novembre 1837 la spedizione giunse a Futuna, isola divisa in due da una montagna e da due tribù in guerra tra loro. Ben presto il Vangelo fece presa soprattutto tra i giovani incontrando l’ostilità degli anziani. Il Battesimo del figlio del capotribù che aveva accolto il missionario segnò la condanna a morte di Pietro che fu ucciso per incarico del capotribù Niuliki. Pietro Chanel, beatificato il 17 novembre 1889, fu iscritto nell’albo dei santi il 12 giugno 1954 e dichiarato patrono dell’Oceania. (Avvenire)






Perdonate il tono vezzoso del post, l’ho scritto all’unico scopo di sorridere ad una simpatica coincidenza :)



Buon Giovedì a tutte :)

mercoledì 27 aprile 2011

Colour blocking!! ;D


Nell'attesa di decidermi a recuperare qualche accessorio super colorato (anche se ho visto un paio di ballerine verdi di un cariiiiiiiino ^^ ), ho pensato di cominciare rivolgendomi a degli smalti :)


Hanno l'evidente vantaggio di essere moooolto più innocui rispetto ad una borsa o ad un paio di scarpe (a tacere degli abiti! ^^ ), e dunque consentono un avvio decisamente più soft alle mie personali grandi-manovre-di-avvicinamento-a-questa-attualissima-tendenza-moda ;D






Fra l'altro, ancora più innocua è la circostanza che si tratti di smalti che già possiedo, e quindi, in un certo senso, a costo-zero ^_^

Ho perciò deciso di togliere dal cassettino-delle-cose-estive tre smalti che ho acquistato l'anno passato e che, al momento, non hanno dato segno di volermi abbandonare (ebbravi ragazzi ;D )

Si tratta di colori piuttosto sgargianti, un bel verde, un fucsia ed un rosso corallo.



I primi due sono due smaltini di Kiko (di quelli che erano in offerta ad 1,90€).
Precisamente si tratta del num. 297 per il verde acido e del num. 283 per il fucsia
L'ultimo invece è uno smalto di OPI on Collins Ave. (decisamente più costosetto, a 15,50€)

Lo smalto OPI è, onestamente, quello che mi piace di più, si stende molto più facilmente (e quindi anche più velocemente) e campa più a lungo ed il punto di colore non è per niente scontato.
Non ne ho provati molti, questo è vero, ma devo dire di essermi sempre trovata piuttosto bene con gli smalti di questa marca, ed anche questo non ha fatto eccezione







Però c'è anche da dire che questo è decisamente più costoso rispetto agli altri, e dunque, dal mio punto di vista, non è proprio possibile fare un paragone vero e proprio

Detto questo, soprattutto considerando il costo, i due smaltini della Kiko, in ogni caso, fanno il loro lavoro più che bene e i colori mi piacciono davvero tanto.







Ovvio che si tratti di colori “estivi”, che ho messo decisamente meno rispetto ad altri, ma restano comunque delle colorazioni molto allegre e piacevoli
Mi sono molto molto piaciuti (e non posso dire altrettanto di tutte le colorazioni della Kiko che ho provato eh), e perciò, a distanza di svariati utilizzi ^_^ , posso promuoverli a pieni voti :)





In definitiva...

Questo genere di “dettagli” (uno smalto, un ombretto, una borsa, ecc) hanno il vantaggio di riuscire ad “aggiungere” un po' di colore
Dal mio punto di vista si tratta di una concessione modaiola che, tutto considerato, ci si può anche permettere ^_^

martedì 26 aprile 2011

Questa pubblicità non mi offende :)





Decisamente,
sono ben altre le immagini che feriscono la mia dignità :)









(NB. Immagine dal web.
NBbis. Non voglio fare pubblicità a nessuno :) Condivido questa immagine unicamente allo scopo di commentare una vicenda di attualità accaduta proprio in ragione della sua divulgazione) 

Lisa #2 :)

Ma questa donna non trucca,












DIPINGE :)







Grazie Lisa!

lunedì 25 aprile 2011

Resisteremo :)



Venticinque.Quattro.'quarantacinque







E' questo il fiore del partigiano
oh bella ciao, bella ciao, bella ciao, ciao ciao
E' questo il fiore del partigiano
morto per la libertà





***




25 Aprile 1945


I partigiani si riprendono Milano

E l'Italia è (simbolicamente) libera dall'incubo nazista e fascista








***





25 Aprile 2011




E' nostro dovere ricordare sempre
la ragione di questa giornata di festa

 
 
Il giorno in cui dovessimo scordarcene,
accadrà tutto di nuovo

E tutto da capo




 


Anche se con un poco di ritardo,
a tutte, buon venticinqueparile :)



SEMPRE



(NB. Tutte le immagini dal web)

domenica 24 aprile 2011

Auguri! :)





Happy Easter

Joyeuse Pasques

Frohe Ostern

Felices Pascuas

Fouai Hwo Gie Quai le

Eeid -Foss’h Mubarak, Sretun Uskrs

Gezuar Pashken

Paste Fericit

Vesele Velikonoce

Sreken Veligden

Souk San Van Easter

Veselá velká noc

Boa Pascoa

Kalo Paska

Zalig Paasfeest

Schastilvoi Paschi

Giad Pàsk

Srecan Uskrs

Vrolijke pasen

God pasque

Bon fiesse-d’joyeuse pôque

Felician Paskon en Kristo Resurektinta

Shnorhavor surb zatik

A fraylekhn Pesah

Gofúkkatsu Omédetoo

Ieasika Elihle






 

Oh be', insomma ;D






Buona Pasqua a tutte :)







(NB. Immagine dal web.
NBbis. Non conosco tutte queste lingue, anzi, per la verità non ne conosco quasi nessuna ^^, dunque se ci fosse qualche errore chiedo scusa ed accetto volentieri suggerimenti e correzioni ;D )






giovedì 21 aprile 2011

DUE E DUE CHE FA QUATTRO :(


Base Mavala 002





Dunque.


Partiamo dal principio.


Quest'inverno mi sono concessa un bello smalto di Chanel.

Paradoxal per la precisione.
Un gran bello smalto, diciamocelo.
Inutile. Ma bello


Ora, chiariamoci. Che sia stato, appunto, uno sfizio-inutile lo sapevo ancora dal principio, ci mancherebbe.
Però il colore era di modissima, mi piaceva e blablabla.
Fatto sta che l'ho comprato, tutta felice l'ho provato subito (e usato parecchio) e subito ho dovuto arrendermi al fattaccio.


La prima, la seconda, la terza volta, la quarta, fino all'ennesima!

Non c'era niente da fare, in due giorni si sbeccava.

Si sbeccava.

Mettevo Paradoxal il sabato e la domenica pomeriggio era già guasto. Davvero. Neanche due giorni. Una rabbiaaaa, ma una rabbiaaaaaa


Però dai, non scherziamo, che gli smalti Chanel non siano il massimo è cosa nota....ma cosììììì no eh! -_-''

Pensa che ti ripensa, ma Paradoxal nel corso delle settimane continuava a sbeccarsi.

Ho cominciato a mangiare la foglia quando ho notato che anche gli altri smalti scuri (che usavo da tempo) non erano troppo longevi.


(Non me ne sono accorta subito perché non utilizzo la base sempre sempre e, quando lo faccio, lo faccio soprattutto con gli smalti scuri, che solitamente durante la settimana lavorativa non metto)


Eh sì, perché più o meno quando avevo acquistato Paradoxal, avevo preso anche la base nuova, la base di Mavala 002

Quella trasparente-azzurrina, per intenderci, che (in teoria -_-'' ) dovrebbe creare una base “appiccicosa” a cui (sempre più in teoria) lo smalto dovrebbe aderire supermegafantasticamente bene, per andarsene via solo dopo un saaaaaacco di giorni


E anzi! Avevo creduto di fare un buon affare, scegliendo un prodotto di marca, che per la cura delle unghie mi era sempre piaciuta tanto.


Tornando al dunque.

Un mesetto fa (forse anche più) la fetida base mi cade dal tavolaccio-da-lavoro ^_^ e si crepa la boccina.


Morale della favola, ne ho usata poco più di metà e mi si è già rotta.

Peccato, penso. E la lascio lì per un po', indecisa se tenerla o buttarla, perché un giorno continua a perdere smalto e un giorno invece no. Vabbe'.


E di punto in bianco gli smalti scuri, Paradoxal compreso ( O.o ), ricominciano a stare al posto loro per almeno tre giorni


(A me gli smalti non campano mai eccessivamente eh, per me tre giorni va già bene, ma so che molte ragazze riescono a portare lo smalto anche per una settimana)


Dunque non ho la prova-provata che la base di Mavala sia una gigantesca ed emerita ciofeca -_-''


Ma, seriamente, a capire che due più due faccia quattro riesco ancora ad arrivarci :(


Ora, non l'ho ancora fatto perché ce n'è ancora un po' e, sinceramente, mi dispiace abbastanza, ma credo che comunque lo farò presto.


La cestinerò e finita lì.


Che delusione però
.

Da un prodotto Mavala (e per 12€ suonati) non me lo sarei mai aspettato.


Ma soprattutto

...povero Paradoxal, l'ho infamato di brutto per niente ^_^